Disposizioni organizzative a.s. 2013/2014

Oggetto: Disposizioni organizzative per l’anno scolastico 2013/2014

 

Al fine di garantire un’efficace ed efficiente organizzazione, si fa obbligo a tutto il personale di attenersi alle seguenti disposizioni, che per la loro importanza rivestono carattere permanente:

VIGILANZA ALUNNI

I docenti, per assicurare l'accoglienza degli alunni, debbono trovarsi in classe cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni e dare inizio alle attività didattiche. (l’obbligo dei cinque minuti in classe prima dell’inizio delle lezioni vale anche per i docenti che assumono servizio dopo la 1’ ora).

 

Gli alunni sono tenuti al rispetto dell'orario scolastico; pertanto, nel caso di ritardi ripetuti (3 volte), i docenti debbono invitare le famiglie interessate, prima verbalmente e poi per iscritto, ad osservare le norme vigenti facendo notare loro che i ritardi e le assenze saltuarie, rappresentano inadempienza all'obbligo di istruzione. Se il fatto persiste, è necessario avvisare l'Ufficio dello scrivente, per i relativi provvedimenti di competenza.

I bambini della scuola dell'infanzia sono ammessi fino alle ore 9,00. È lasciata ai docenti la valutazione di particolari esigenze, vista l’età dei bambini, sempre comunque per periodi limitati. Entrate posticipate e/o uscite anticipate per terapie devono essere autorizzate dagli uffici di presidenza.

Durante l'accesso ai predetti servizi, vanno adottati dai docenti, gli opportuni accorgimenti, per prevenire spiacevoli inconvenienti ed assicurare l'incolumità degli alunni, sempre con la vigilanza dei collaboratori scolastici. Se si presenta l'esigenza, per qualche alunno, di recarsi più volte in bagno, il docente deve assicurarsi della presenza del collaboratore scolastico, al quale spetta l'attenta e puntuale vigilanza.

I collaboratori scolastici debbono essere presenti nel reparto loro assegnato, per l'intero orario di servizio, con l'obbligo di sorvegliare sull'accesso, sul movimento nell'edificio e inoltre, in occasione di momentanee assenze dei docenti, ovvero per il tempo strettamente necessario, vigilare gli alunni nelle aule, nei laboratori ecc. ; nonché provvedere, insieme ai docenti di turno, agli eventuali spostamenti degli alunni diversamente abili nell'ambito delle strutture scolastiche.

I docenti, con la collaborazione del personale anzidetto, assicurano il deflusso ordinato delle scolaresche all'uscita, momento altamente educativo.

La vigilanza degli alunni, dunque si conclude con l'accompagnamento del gruppo classe fino ai portoni di accesso alla struttura scolastica; tale delicatissimo adempimento assume priorità assoluta per la prevenzione, la tutela e la responsabilità relative all'incolumità dei minori; pertanto prevale su ogni altra eventuale e contestuale esigenza.

Non è consentito ai docenti o ai collaboratori affidare agli alunni incarichi, il cui espletamento richieda l'uscita dalle aule (come portare documenti, circolari o libri in giro per l'edificio).

È fatto assolutamente divieto ai docenti di mettere gli alunni fuori dall'aula in segno di castigo.

A tutela della salute e per non incorrere in eventuali intolleranze alimentari, non è consentito durante le attività scolastiche festeggiare compleanni, onomastici ecc. con cibi,  dolciumi e bevande di qualsiasi tipo, ne scambiare o donare merende. Pertanto gli alunni potranno consumare solo ciò che porteranno da casa o quanto fornito dalla ditta di refezione scolastica .

È opportuno concordare con gli alunni i testi e i quaderni necessari di volta in volta,  informando anche le famiglie in merito alle iniziative adottate, per evitare di far trasportare nella stessa giornata un sovraccarico di materiale didattico.

Durante l'orario. di svolgimento delle attività didattiche, soprattutto in presenza degli alunni, non deve essere consentita l’esecuzione di interventi di nessun genere da parte di Ditte esterne.

Durante l'ingresso e l'uscita degli alunni occorre assicurarsi che i pavimenti e le scale siano sempre bene asciutti per evitare cadute.

Durante la permanenza in aula dovrà essere garantito il necessario ricambio dell'aria,  per prevenire rischi di natura biologica; tutto il personale è tenuto al rispetto della legge sulla privacy (D.L.vo n. 196 /2003).

All'uscita, i bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria vanno affidati ai genitori o a persone dagli stessi autorizzati, per iscritto, con documentazione vistata dal Dirigente Scolastico.

Per urgenti necessità di famiglia o di salute, si può autorizzare l'entrata posticipata o l'uscita anticipata degli alunni fuori dall'orario scolastico, curandone l'affidamento ai familiari interessati (anche fratelli o sorelle purché maggiorenni, muniti di documento di riconoscimento e di delega) con richiesta scritta, opportunamente documentata.

Tale richiesta può essere accolta dal docente collaboratore del dirigente o dal docente di classe o di sezione che eventualmente provvederà ad autorizzare, apponendo la propria firma .

Elenco allegati pubblicati
FileDescrizioneDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (disposizioni vigilanza2.doc)Disposizioni vigilanza 101 Kb93